Breve storia di Arezzo

Arezzo è capoluogo di una vasta provincia della Toscana, nel mezzo della Penisola italiana, e occupa un’area facilmente raggiungibile da Firenze (80 km), Siena (65 km), Perugia (km 80) e Roma (km 205). ù

La città di Arezzo si allarga a ventaglio attorno al pendio di un rilievo collinare, punto di confluenza, si legge nelle guide turistiche, di quattro vallate: Casentino, Valtiberina, Valdichiana e Valdarno.

Arezzo si trova a 43° 27’ 58’’ lat. N e a 0° 34” long O rispetto al meridiano di Roma.

La città si trova in una posizione baricentrica che la collega direttamente all’Autostrada del Sole e alla dorsale ferroviaria Roma-Firenze.

La storia aretina è ricchissima di uomini illustri.

  • Guido d’Arezzo, inventore delle note musicali
  • Gaio Cilnio Mecenate, protettore di artisti nell’età augustea
  • Francesco Vasari, artista e intellettuale
  • Pietro Aretino, scrittore originale trasgressivo
  • Pietro Benvenuti, maggior rappresentante del neoclassicismo pittorico toscano
  • Leonardo Bruni, umanista
  • Andrea Cesalpino, botanico, medico, scienziato
  • Vittorio Fossombroni, ingegnere idraulico, economista, intellettuale, politico
  • Guittone d’Arezzo, poeta sperimentale
  • Margaritone, pittore scultore, architetto
  • Francesco Redi, scienziato galileiano
  • Ristoro d’Arezzo, divulgatore del sapere medioevale
  • Spinello Aretino, grande artista
  • Francesco Severi, matematico

 

Il Rotary Club di Arezzo

Il Rotary Club di Arezzo è nato il 15 dicembre 1948 e nel corso dei suoi cinquanta anni di vita, abbondantemente superati, ha svolto un’intensa attività: una profonda azione sociale, quale espressione dello spirito d servizio, e un attento impegno culturale scaturito direttamente dalle professionalità espresse dai singoli Soci.

Alcuni dei più significativi interventi promossi a favore della città:

  • il ripristino dell’orologio di piazza Grande
  • il restauro delle edicole nel centro storico
  • la pubblicazione dellle due edizioni de “La vita del Vasari”
  • le iniziative di studio per salvare l’invaso di Ponte Buriano
  • l’impegno profuso per muovere l’assistenza odontomastologica ai bambini handicappati
  • il restauro di una serie di opere pittoriche, patrimonio della città

Tra i Soci attivi vale la pena menzionare il Past Governatore Gabriele Tristano Oppo (1992-93)